IN CASO DI TERREMOTO, ALLUVIONE O DI OGNI ALTRA CATASTROFE NATURALE, LO STATO NON PAGHERA’ PIÙ I DANNI AI CITTADINI..

1- NON SONO STATO, IO! IN CASO DI TERREMOTO, ALLUVIONE O DI OGNI ALTRA CATASTROFE NATURALE, LO STATO NON PAGHERA’ PIÙ I DANNI AI CITTADINI. ORA NON SAREBBE MALE SE IL GOVERNO DEI PROFESSORI, TRA LE REITERATE MARCHETTE A BANCHE E ASSICURAZIONI, TROVASSE IL TEMPO DI SPIEGARE A CHE COSA RITIENE CHE SERVA LO STATO E QUALI SIANO I SUOI COMPITI IRRINUNCIABILI. A PARTE FAR SOLDI CON LOTTERIE E VIDEOPOKER – 2- E’ BELLO VEDERE CHE I SAPIENTONI INSTALLATI A PALAZZO CHIGI DA RE GIORGIO BANALITANO CONTINUANO AD AVERE PROBLEMI CON LA MATEMATICA. “IMU: MANCANO 2,5 MILIARDI” – 3- SCIACALLI E IL SACRO CULO DEL BELPAESE: “GLI AVVOLTOI DELLA FINANZA CHE PUNTANO SULL’EUROPA NON HANNO TEMPO PER L’ITALIA PERCHE’ IL MOLOCH GIUDIZIARIO DEI TRE GRADI DI GIUDIZIO E DEI TANTI ANNI PRIMA DELLE SENTENZE SCONSIGLIANO INCURSIONI”. MA NON E’ FANTASTICO? SALVATI DALLA PARALISI DELLA GIUSTIZIA!

 A cura di COLIN WARD e CRITICAL MESS

1- NON SONO STATO, IO… 
Ci sono notizie che danno il senso di una (piccola) epoca. E del disfacimento anche morale di una comunita’, al di la’ del Trota con doppia paghetta pubblica, o del baldo tesoriere Lucky Lusi che prova a trascinarsi dietro un intero partito. “Terremoti e alluvioni, lo Stato non paga più’. Danni risarciti solo con assicurazioni”, titola in prima pagina Repubblica. “Torna la ‘tassa sulla disgrazia’: in caso di terremoto, alluvione o di ogni altra catastrofe naturale, lo Stato non paghera’ più’ i danni ai cittadini.

La norma spunta nel decreto di riforma della Protezione civile varato nei giorni scorsi dal governo e reintroduce il meccanismo gia’ bocciato dalla Corte Costituzionale. Secondo il decreto, in caso di calamita’ naturali, le risorse dovranno arrivare dall’aumento dell’accisa sulla benzina”.

Che per definizione porta inflazione e non e’ progressiva, ma colpisce i cittadini in modo indistinto qualunque sia il loro reddito. Non sarebbe male se il governo dei Professori, tra la docenza sull’universo mondo e le reiterate marchette a banche e assicurazioni, trovasse il tempo di spiegare a che cosa ritiene che serva lo Stato e quali siano i suoi compiti irrinunciabili. A parte far soldi con lotterie e videopoker.

Intanto e’ bello vedere che I Sapientoni installati a Palazzo Chigi da Re Giorgio Banalitano continuano ad avere problemi con la matematica. “Imu: mancano 2,5 miliardi. I sindaci stimano che il governo dovra’ alzare l’aliquota”. Lo dice perfino il Corriere di don Flebuccio de Bortoli (p. 1).

2- LA BAVA SEPARATA DALLE NOTIZIE (T’ADORIAM MONTI DIVINO)…
Sempre nuove avventure e nuovi ciuccessi internazionali per il Monti Trilateral! “Monti negli Usa fara’ da da pontiere tra Europa e Obama. Il premier aprira’ la sessione economica” (Corriere, p. 6). Poi Super Mario sfreccera’ con il suo mantello di lana cotta in Giappone, dove spegnera’ personalmente e a mani nude i reattori nucleari di Fukushima.

3- LE FACCE DEGLI SCIACALLI (ALTRUI)…
La crisi finanziaria internazionale ha molte facce e ogni tanto capita che i giornali, abbandonate per un attimo le analisi dei listini e i consigli per gli investimenti, facciano nomi e cognomi. Serve a catalizzare il risentimento del Parco Buoi fuori dai confini nazionali, ma certe storie sono comunque interessanti.

Repubblica oggi racconta “Gli avvoltoi della finanza che puntano sull’Europa. La Grecia deve 6 miliardi agli hedge funds. Paulson, Dart e Sheehan: ecco chi si arrichisce con i Paesi indebitati. Rendimenti a due cifre e incassi esentasse per chi ha comprato titoli ellenici a prezzo di saldo. Operazioni condotte su scala globale, dalla Romania allo Zambia. E con qualche colpo basso in tribunale” (p. 4). E in Italia? “I grandi avvoltoi non hanno tempo per l’Italia” perche’ “il moloch giudiziario dei tre gradi di giudizio e dei tanti anni prima delle sentenze sconsigliano incursioni”. Ma non e’ fantastico? Salvati dalla paralisi della giustizia.

4- LA BELLA POLITICA…
“Lega, soldi anche a Riccardo Bossi. Pagate anche le rate dell’universita’. Belsito gestiva i fondi prima delle nomina a tesoriere. La Rosy, Stiffoni e quella visita in banca: “Uscirono con borse piene di diamanti” (Repubblica, p. 12). Super trash la storia e reazione agli scandali dell’ex moglie di Riccardo Bossi, auscultata dal Corriere della Sciura: “E la ex moglie Maruska: nella vita si puo’ sbagliare, ma lui e Renzo messi al rogo. Avrebbe ricevuto 5.000 euro di alimenti dalle casse lumbard” (p. 13).

Che imbarazzo alla Procura di Roma, per l’abile chiamata di correita’ che il senatore Lusi ha fatto a Palazzo Madama. Adesso ai pm della Capitale tocca seguire Lucky Lusi sul suo terreno e verificare tutta la contabilita’ della Margherita, e non solo le ruberie personali del tesoriere. “Lusi: ecco a chi davo altri soldi. Rutelli lo attacca: e’ un ladro. L’ex tesoriere dice di aver saldato fatture per tutti i leader” (Corriere, p. 15).

Sul Cetriolo Quotidiano, ecco “La tela del ragno per incastrare i big. La strategia di Lusi per evitare le manette fornendo altre accuse che potrebbero portare a nuovi indagati tra i colleghi” (p. 2). Il problema e’ distinguere i pagamenti legittimi in quell’immane casino che era la gestione finanziaria dei margheritini.

5- UN CUPOLONE DI FIELE…
Altro colpaccio di Marco Lillo sulle trame curiali, per la disperazione dei vaticanisti: “Boffo a Bagnasco: ‘Se parlo io’. Poco dopo arriva la sua nomina. Una lettera dell’ex direttore di Avvenire prima del ruolo a Tv2000. Il giornalista scriveva nel 2010 al capo dei vescovi minacciando interviste su Bertone e Vian” (Cetriolo Quotidiano, p. 6).

Intanto Libero si accora: “Caccia alle talpe del Papa. Lettere inedite svelano segreti: dalla clamorosa nota per la cena tra Ratzinger e Napolitano, ai dubbi sull’Ici al caso Orlandi. La gendarmeria cerca chi le fa uscire. Ma il problema e’ la guerra di potere” (p. 1). Ormai, ci manca solo il morto.

6- AGENZIA MASTIKAZZI…
“Il ritorno delle mezze stagioni. Con i weekend sempre bagnati”. Il Corriere dedica un’intera pagina (la 27) all’appassionante tema, con tanto di intervista a Teo Teocoli (“Cosi’ mangio ancora l’ossobuco”) e lezioni di “stile’ di Gian Luigi Paracchini (“E dall’armadio rispunta il trench”). Imperdibile. Poi dice che uno si butta su internet.

7- CATAFALC SQUARE/1…
“Tutto il potere in mano ai sessantenni. In Italia i dirigenti più’ vecchi d’Europa. Politica, economia e Pubblica amministrazione: l’eta’ media e’ 59 anni” (Repubblica, p. 21). Grandi scoperte grazie alla statistica. Ma mettiamoci d’accordo. Se con le riforme pensionistiche siamo destinati a lavorare fino all’eta’ del catetere e se il governo del Rigor Montis richiama in servizio mummie come Enrico Bondi e Giuliano Amato, dobbiamo davvero inorridire davanti a queste statistiche? C’e’ che in Italia anche l’ipocrisia da’ i numeri.

8- CATAFALC SQUARE/2…
Stupore e delusione: “Adinolfi, i giovani disertano la manifestazione di Genova. Tremila in piazza: “Gli anni di piombo non torneranno”. “Una distesa di teste bianche e brizzolate, con sindacalistu, rappresentanti delle istituzioni, politici debitamente calibrati tra destra e sinistra anche sul palco”, racconta Alessandra Pieracci sulla Stampa (p. 13)

E a pagina 30, nella rubrica delle lettere, Mario Calabresi si dimostra intellettualmente più’ onesto di tanti suoi colleghi: “Dobbiamo evitare paragoni inutili e smettere di leggere l’Italia di oggi con gli occhiali degli anni Settanta. La situazione non e’ fortunamente la stessa e abbiamo bisogno di menti fresche per capire e mettere in guardia i giovani dal fascino distruttivo della violenza”.

9- FREE MARCHETT DEL PADRONCINO…
Mentre sulla tragica manfrina di Termini Imerese il governo della Frignero e di AirOne Passera chiede “spiegazioni”, Illustrato Fiat allieta i suoi lettori cassintegrati e i fornitori pagati a 300 giorni con le gesta di Yacht Elkann. Anche oggi, pezzo imperdibile: “Mille miglia, e’ festa sulle strade italiane. Al via anche John Elkann con la moglie su una Fiat SV” (Stampa, p. 23).

[fonte Dagospia]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...